Torna alla Home

News

Ti trovi in: Home  »  raquo; News  »  REGOLAMENTO SCOLASTICO 2020 - 2021
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

REGOLAMENTO SCOLASTICO 2020 - 2021

SCUOLA DI AVVIAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO SCOLASTICO

ANNO SCOLASTICO 2020/2021

L'attivitàartistica giovanile viene regolata tenendo presente in maniera prioritaria quanto riportato dalla "Carta dei diritti dei bambini" (New York – Convenzione sui Diritti del Fanciullo del 20/11/1989) e dalla "Carta dei diritti dei ragazzi allo sport" (Ginevra 1992 – Commissione Tempo Libero O.N.U.) in appresso indicata, alla quale si deve guardare con particolare attenzione, in modo che ad ogni bambino e bambina siano assicurati:

· IL DIRITTO DÌ DIVERTIRSI;

· IL DIRITTO DÌ PRATICARE L'ARTE DELLA DANZA;

· IL DIRITTO DÌ BENEFICIARE DI UN AMBIENTE SANO;

· IL DIRITTO DÌ ESSERE CIRCONDATO E ALLENATO DA PERSONE COMPETENTI;

· IL DIRITTO DÌ SEGUIRE LEZIONI ADEGUATI AI SUOI RITMI;

· IL DIRITTO DÌ MISURARSI CON GIOVANI CHE ABBIANO LE SUE STESSE POSSIBILITA' DI SUCCESSO;

· IL DIRITTO DI' AVERE I GIUSTI TEMPI DI RIPOSO;

· IL DIRITTO DÌ NON ESSERE NECESSARIAMENTE UNA "ETOILE";

SI RICHIEDE IL RISPETTO DEL SUDDETTO REGOLAMENTO NEL DETTAGLIO SENZA ALCUNA ECCEZIONE DA PARTE DI GENITORI E ALLIEVI PER FAVORIRE LA REALIZZAZIONE DEL PROGETO DIDATTICO-ARTISTICO DEI NOSTRI ALLIEVI.
GLI EVENTUALI TRASGRESSORI SONO PREGATI DI APPREZZARE SEVERITA' DELLA DIREZIONE O CHI PER ESSA, CHE HA L'ORDINE DI FAR RISPETTARE RIGOROSAMENTE LE REGOLE PER GARANTIRE IL BUON FUNZIONAMENTO DELLA SCUOLA.

INTRODUZIONE

La scuola si propone di:

· formare ballerini con un adeguato livello tecnico ed artistico che consenta loro di godere delle basi necessarie allo svolgimento della professione (ballerino, insegnante, coreografo, critico di danza, giornalista di danza, fotografo di danza etc);

· formare giovani artisti, ossia studenti che una volta concluso il percorso presso questa Scuola, abbiano un ampio bagaglio umano ed artistico, prescindendo dal fatto che ne facciano o meno una professione;

· arricchire il patrimonio motorio dei ragazzi affinché possa essere riutilizzato con successo anche in altri contesti;

· contribuire alla formazione di una personalità.

A) Regole Generali

1) La frequenza ai corsi è aperta a tutti gli allievi di ambo i sessi, purché abbiano compiuto l'ottavo anno di età.
Si fa eccezione per gli allievi dei corsi di Predanza e Propedeutica, che sono ammessi a partire dall'età di quattro e sei anni.

2) L' anno accademico ha inizio il primo giorno feriale di Settembre e si conclude il 30 del mese di Giugno con gli esami finali la cui data è stabilita dalla Direzione.
L'allievo che riprende o inizi i corsi in ritardo o che abbandona precocemente le lezioni, trasgredisce tale regolamento e verrà sottoposto a provvedimenti disciplinari.

3) All'atto dell'iscrizione è d'obbligo fornire un certificato medico, che attesti l'idoneità a svolgere attività sportive.
Il suddetto certificato deve essere presentato all'inizio di ogni anno accademico.

4) La qualità di iscritto si acquisisce al momento dell'iscrizione e decade dalla data di richiesta di recesso o nel caso di mancato pagamento delle rette mensili.

6) La pratica professionale si effettua mediante la partecipazione degli allievi a eventi extra proposti dalla Scuola.
Durante l'anno
la Scuola propone stage, spettacoli, partecipazioni a concorsi e manifestazioni culturali: pertanto verranno scelti ad insindacabile giudizio della Direzione, gli allievi ritenuti idonei a tali eventi.
La partecipazione è da considerarsi obbligatoria in quanto indispensabile per la formazione di un ballerino.

7) Qualora l'allievo dovesse interrompere (per scelta o forzatamente) la frequenza per un periodo di tempo più o meno lungo per poi riprendere regolarmente, è obbligato a corrispondere la quota mensile anche del periodo interrotto.
Nel caso contrario sarà automaticamente escluso dalla Scuola e non avrà diritto a nessun rimborso.

8) Per gli allievi dei corsi di danza classica dal III corso in poi, subentra in automatico lo studio del repertorio.

9) Per gli allievi dei corsi di danza classica dal I corso in poi, subentra l'obbligatorietà alla partecipazione ai due stage formativi organizzati dalla scuola, tenuti in sede o fuori sede, nei mesi di dicembre/gennaio e giugno/luglio.

B) Pagamenti

1) La quota d'iscrizione annuale va versata all'inizio di ogni anno accademico.

2) L' importo della retta mensile varia a seconda dei corsi di appartenenza;
il versamento è anticipato e va versato entro e non oltre il giorno 5 (cinque) di ogni mese.

3) A conclusione dell'anno scolastico tutti gli allievi prenderanno parte ad un spettacolo di fine anno, aperto alle famiglie, per il quale sarà necessario versare un contributo spese la cui scadenza verrà stabilità dalla Direzione.

C) Ordine e Disciplina

1) E' fatto divieto assoluto agli allievi di prendere parte a qualsiasi attività artistica (non solo di danza) non organizzata dalla Scuola, senza informare previamente la Direzione. L'allievo che provvederà autonomamente ad effettuare stage, spettacoli,partecipazioni a concorsi,manifestazioni culturali e audizioni varie presso compagnie e/o enti lirici pubblici o privati senza l'approvazione della Direzione sarà sottoposto a provvedimenti disciplinari.
La direzione chiede di essere informata e si riserba il diritto di parola in merito, nel solo interesse dell'allievo, per guidarlo/a, essendo affidata a noi la sua crescita umana ed artistica.

2) Prima dell'ora fissata per l'inizio della lezione, l'allievo deve avere già indossato la tenuta da studio che deve essere sempre in ordine.
Fin dai primi corsi, l'allievo deve imparare a curare la propria immagine.
L'allievo deve inoltre rispettare i locali che occupa e utilizza per lo svolgimento delle lezioni (camerini, sala da ballo, bagni ecc.).

3) Con lo scopo di assicurare l'uniformità, sinonimo di ordine e disciplina, gli allievi tutti sono tenuti ad indossare esclusivamente le divise fornite dalla scuola, dovendo altresì osservare la puntualità, regolarità, l'igiene e l' ordine personale.

4) Gli allievi sono tenuti ad attendere l'inizio delle lezioni nei camerini osservando le norme di buon comportamento.

5) Gli allievi di età compresa tra i 4 e i 7 anni possono essere accompagnati (per le prime lezioni) dai soli genitori o da chi ne fa le veci nei camerini ma non in sala.

5) Ai genitori non è consentito l'accesso in sala durante le lezioni se non previa autorizzazione da parte della Direzione.

6) E' fatto divieto di fumo all'interno dei locali della Scuola.

7) La Direzione si riserva la facoltà di espellere allievi la cui presenza all'interno della scuola non dovesse essere ritenuta opportuna per indisciplina, scarso rendimento e motivi di ordine sanitario e morale.

8) Si consiglia vivamente di scrivere il proprio cognome o le proprie iniziali sui capi d'abbigliamento facenti parte della divisa della scuola, all'interno degli stessi o sulle etichette. La perdita di un indumento non sarà responsabilità della scuola.

D) Assenze e ritardi

1) Dopo un numero di assenze "non giustificate" superiore a 5, la Direzione provvederà ad avvisare i genitori dell'allievo/a.

2) La Direzione si riserva di estromettere dalla lezione gli allievi che si presenteranno con un ritardo superiore a 5 minuti.

3) Dopo un numero di ritardi superiore a 3 l'allievo potrebbe essere estromesso dalle lezioni e la Direzione provvederà ad avvisare i genitori.

4) Le attività scolastiche iniziano il primo giorno feriale di settembre per questo il conteggio delle assenze parte da quel momento, prescindendo dal giorno di rientro o iscrizione dell'allievo.

5) Gli allievi sono obbligati a telefonare in Segreteria per eventuale assenza o ritardo.
La Segreteria è l'unico canale utilizzabile per questo tipo di informazione.

E) Esami

1) Ogni corso è propedeutico al successivo e solo il superamento dell' esame di fine anno (che comprende una sezione Artistica ed una Tecnica), svolto anche in presenza di una commissione esterna, dà accesso al corso seguente.

2) Nella valutazione d'esame conclusivo sarà tenuto conto dell' idoneità fisico-attitudinale di ciascun allievo, della sua costanza alle lezioni, della sua condotta all'interno della scuola, delle sue conoscenze e delle sue capacità.

3) Alla fine dei corsi di danza classica, verrà rilasciato un attestato di diploma conclusivo.

4) Per i corsi di danza classica, gli allievi tutti sosterranno due esami. Con il primo l' allievo verificherà la presenza di eventuali lacune tecniche, che dovranno essere colmate entro e non oltre la fine dell' anno accademico, pena il non superamento del corso.

5) Gli allievi che, all'esame dell'ultimo anno riporteranno una votazione di almeno 25/30 (salvo eccezioni), avranno diritto (l'anno successivo) al "Passo d' Addio", in cui verranno evidenziate le doti tecnico-artistiche di ciascuno di loro.

6) I corsi di danza contemporanea e moderna sono di supporto allo studio della danza classica e prevedono ugualmente un esame di fine anno.

7) Per gli allievi che seguono un regolare percorso accademico è obbligatorio partecipare allo spettacolo finale in quanto sezione artistica dell'esame di fine anno.

8) Gli allievi che, per qualunque motivo supereranno il numero di 30 (trenta) assenze annue, non potranno in alcun modo essere ammessi all'esame conclusivo (salvo valide eccezioni), e dovranno pertanto ripetere l'anno.
La Direzione si riserva il diritto di disporre diversamente solo per casi rari e di effettive gravi difficoltà fisiche o personali dell'allievo.

9) Tutti gli allievi devono obbligatoriamente sostenere l'esame di finale.
La non presenza all'esame conclusivo deve essere giustificata (con certificato medico o altro) da una gravità tale che di fatto impedisca all'allievo di svolgere l'esame.
La direzione si riserva il diritto di considerare non valida la ragione dell'assenza all'esame conclusivo e l'allievo dovrà ripetere l'anno.
L'esame finale è di fondamentale importanza per una valutazione obiettiva del rendimento dell'allievo, grazie al quale potrà essere indirizzato nella maniera più giusta.
La Scuola osserverà tali regole con severità nel solo interesse dell'allievo e della famiglia che lo sostiene, per il buon funzionamento della Scuola, nell'interesse di tutti.

10) In caso di reale impossibilità, la direzione a suo insindacabile giudizio, può conferire la possibilità di sostenere l'esame successivamente (detto Esame Suppletivo), il quale verrà svolto in altro giorno, secondo le modalità sopradescritte.

D) Altro

1) L'allievo o il genitore esercente la patria potestà o chi ne fa le veci, presta consenso e autorizza la Scuola o i suoi aventi causa, ad utilizzare in qualunque forma o modo, in Italia e all'estero, senza limitazione di spazio e di tempo e senza compenso, ogni eventuale registrazione audio/video/foto che dovesse realizzarsi nell'ambito delle attività della Scuola.

2) Allievi o genitori sono tenuti ad informarsi autonomamente circa gli avvisi inerenti le attività della Scuola attraverso: l'applicazione per smartphone 'Whatsapp' servizio di messaggistica istantanea; bacheche affisse nei locali della Scuola; telefonando in segreteria.

4) La Segreteria non è in nessun caso tenuta ad informare singolarmente un allievo circa gli avvisi inerenti le attività della Scuola.

LA DIREZIONE RINGRAZIA


Chiedi informazioni Stampa la pagina