Torna alla Home

News

Ti trovi in: Home  »  Biografie  »  Giuseppe Picone
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Giuseppe Picone

Giuseppe Picone è nato a Napoli nel 1976. A nove anni entra nella Scuola di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli, a dodici è scelto da Carla Fracci per interpretare il ruolo del giovane Nijinsky nell'omonimo balletto di Beppe Menegatti. Prosegue gli studi presso l'Accademia Nazionale di Danza a Roma, vincendo i Concorsi di Rieti e Positano. A sedici anni è invitato come solista da Pierre Lacotte al Ballet National de Nancy debuttando nel ruolo di Petruska, cui seguono La Sonnambula di Balanchine, Paquita di Petipa e L'Ombre dello stesso Lacotte.
Nel 1993 entra a far parte dell'English National Ballet di Londra, con cui rimane fino al 1997; subito dopo raggiunge l'American Ballet Theatre di New York, debuttando in Cenerentola di Ben Stevenson, guadagnandosi il plauso di Anne Kisselgoff, decana dei critici di danza statunitensi. Ha interpretato i ruoli principali nei balletti piu' importanti del repertorio classico: Giselle, Il Lago dei Cigni, Cenerentola, Romeo e Giulietta, Lo Schiaccianoci, La Bayadère, Etude, Onegin, Gaîté Parisienne, Les Patineurs, Variation for Four, La Bella Addormentata, Raymonda, Don Chisciotte e Il Corsaro.

Nel repertorio neoclassico e moderno ha danzato Cˇaikovskij pas de deux, Square Dance, Who Cares?, The Four Temperaments, Divertissement 15, Apollon (G. Balanchine), Sinfonietta (J. Kylian), Spring and Fall (J. Neumaier), Black Tuesday (P. Taylor), Known by heart, Push come to shove, Brahms Haydn Variation (T. Tharp), L`Arlesienne (R. Petit), In the Middle, Slingerland (W. Forsythe), Symphonic Dance (M. Bigonzetti), Disposition (J.Selya), Homage à Miles Davis (Miriam Naisy), Te vojo bene assaje, Franca Florio (L. Cannito), I have a dream (L. Cannito e M. Merola), La Primavera della Signora Stone (L. Bouy), Bacco e Arianna (F. Franzutti), I due gentiluomini di Verona (S. Giannetti), La Lacrimosa (C. Tanesini), Viderunt Omnes (L. Martorana), Dibbuk (Ratmansky), Morte di un innocente, Spartacus, Amadeus Mozart, Alles Walzer, Thais Pdd (R. Zanella), all'Arena di Verona Aida e Macbeth (G. Iancu) e per la serata "Picone e i Grandi della danza", commissionatogli dal Direttore del Leuciana Festival di Caserta, ha interpretato Bolero (W. Matteini).

Insieme a Nina Ananiashvili, ha debuttato nella prima mondiale al Metropolitan di New York di Le Corsaire di Holmes, interpretazione che gli è valsa, nel 1999, la nomination al Premio Internazionale "Benois pour la Dance"; ha partecipato in Giappone al tour "Nina Ananiashvili and Friends", ed al Teatro Bol'sˇoj al Gala Ananiashvily Anniversary. E' stato invitato al Gala Stars of Ballet 2006 in Giappone. Ospite di numerose compagnie, tra cui il Royal Ballet, Staatsoper di Vienna, Het National, Los Angeles Dance Theatre, Boston Ballet, Ballet National De Bordeaux, Bucarest National Opera, Ballet National di Cuba, Teatro dell'Opera di Roma, Teatro San Carlo di Napoli, Arena di Verona, ed a Festival e Gala internazionali.

Nel 2005 è stato il primo italiano a partecipare al concerto di Capodanno dell'Opera di Vienna, in diretta televisiva mondiale, dove ha danzato sulle musiche del Danubio Blu di Strauss, una crezione di Renato Zanella. Ha partecipato in diretta televisiva alla Festa della Repubblica, danzando un assolo da lui creato su musica di Ennio Morricone. John Clifford, Direttore del Los Angeles Dance Theatre, ha creato per lui il ruolo di Humphrey Bogart nel Dance Musical Casablanca 2005. Ha ricevuto il Premio "Positano" nel 1997 al merito e nel 2002 al valore, il Premio "Caserta" nel 1999, il Premio "Gino Tani 2001", il Premio "DANZA e DANZA" 2002 come Miglior Ballerino Italiano sui palcoscenici del mondo ed ha partecipato al Gala di Danza al Festival di Cannes, con l'Etoiles del Ballet 2000, premiato come uno dei migliori interpreti del 2004, il Premio "Anita Bucchi" come miglior interprete maschile 2005/2006 e il Premio "Asti Danza" 2007.


Chiedi informazioni Stampa la pagina